• en
  • fr
  • it
Spettrometro FTIR Agilent Cary 630 - SRA Instruments

Cary 630 FT-IR

Lo spettrometro FTIR Agilent Cary 630 è innovativo, intuitivo e affidabile e offre informazioni di livello quantitativo e qualitativo superiore per analisi di routine di solidi, liquidi e gas.

Descrizione

Grazie a un’ampia gamma di accessori di campionamento e componenti ottici di altissima qualità, il sistema compatto FTIR Agilent Cary 630 è sinonimo di affidabilità e produttività.

Il sistema FTIR Agilent Cary 630 è:

  • Innovativo – gli esclusivi accessori di campionamento vengono inseriti e rimossi in pochi secondi, senza necessità di allineamento, rendendo l’uso delle misure in trasmissione dei liquidi facile quanto l’ATR
  • Intuitivo – il software multilingue guida l’utente in ogni fase dell’analisi, mentre gli avvisi basati su una codifica a colori rendono particolarmente semplice l’identificazione dei campioni che rientrano nelle specifiche
  • Affidabile – un sistema opto-meccanico solido e collaudato offre prestazioni e riproducibilità eccezionali, anche in condizioni ambientali difficili
  • Versatile – accessori di campionamento intercambiabili per tutte le esigenze di analisi, tra cui trasmissione standard, ATR in diamante, TumblIR, DialPath e riflettanza diffusa
  • Conforme – il software è conforme ai requisiti delle normative CFR 21 Parte 11 e GLP/GMP
  • Compatto – Agilent Cary 630 è il sistema FTIR più piccolo e leggero al mondo con un ingombro sul banco da lavoro di soli 20 x 20 cm e un peso di soli 3,8 kg
  • Conveniente – il sistema FTIR Agilent Cary 630 offre prestazioni all’avanguardia a un prezzo molto attraente

Richiedi informazioni

Compila il form per essere ricontattato dal responsabile linea Federico Sacco

Qual è il motivo della tua visita?
Per ricevere un preventivoPer richiedere di essere contattato dal reparto commercialePer richiedere servizio di assistenza tecnica

Informativa Privacy
Attività di marketing:
do il consensonon do il consenso
Attività di profilazione:
do il consensonon do il consenso