• en
  • fr
  • it
Pirolisi GC/MS per la determinazione delle microplastiche - SRA Instruments

Pirolisi GC/MS per la determinazione delle microplastiche

La tecnica della pirolisi accoppiata alla GC/MS è particolarmente adatta per l’analisi e la caratterizzazione di microplastiche.

Descrizione

Il tema di “Microplastiche e il loro impatto sull’ambiente” è diventato particolarmente sentito negli ultimi due decenni.

Per ottenere risultati affidabili, è stato necessario sviluppare metodi analitici adeguati per  la rivelazione e la determinazione di microplastiche in vari materiali campione.

La tecnica della pirolisi accoppiata alla GC/MS è particolarmente adatta per l’analisi di microplastiche poiché non è richiesta alcuna preparazione del campione, inoltre quantità di campione di appena 50 μg sono sufficienti per ottenere risultati riproducibili.

La regolazione e il controllo del forno di pirolisi sono fondamentali per una successiva analisi delle sostanze desorbite e pirolizzate in GC/MS. Il pirolizzatore Multi-Shot Pyrolizer Frontier Lab, che utilizza l’esclusivo processo Double-Shot rappresenta la soluzione tecnica ideale per questo tipo di applicazione.

Durante il processo di analisi il campione viene riscaldato per consentirne il desorbimento termico. Dopo il desorbimento – diversamente da quello che avviene in altri sistemi – il campione non rimane nel forno, ma viene automaticamente estratto dalla zona calda e portato ad una temperatura leggermente superiore alla temperatura ambiente e così mantenuto finché il micro forno non viene riscaldato fino alla temperatura di pirolisi. Solo a questo punto il campione viene lasciato cadere ad altissima velocità nella zona di pirolisi.

Cartteristiche

Il sistema Pyrolyzer Multi-Shot EGA / PY-3030D con riscaldatore ceramico a bassa massa offre vantaggi cruciali rispetto ai sistemi di pirolisi con elementi riscaldanti a filamento, tra le caratteristiche:

  • Temperature di pirolisi fino a 1050 ° C (Multi-Shot)
  • Controllo della temperatura molto preciso nel micro forno (40-1050 ° C ± 0,1 ° C)
  • Manipolazione dei campioni più semplice, pesatura in tazza per campioni (circa 50-200 μg)
  • Interfaccia riscaldata che elimina punti freddi e conseguenti condense di gas durante il trasferimento al GC a causa
  • Identificazione semplice e rapida di sostanze sconosciute grazie al software F-search, che può essere utilizzato anche per creare una libreria specifica del cliente o per espandere le librerie Frontier Lab
  • Autocampionatore per un massimo di 48 campioni

Richiedi informazioni

Compila il form per essere ricontattato dal responsabile linea Luigi Cobelli

Qual è il motivo della tua visita?
Per ricevere un preventivoPer richiedere di essere contattato dal reparto commercialePer richiedere servizio di assistenza tecnica

Informativa Privacy
Attività di marketing:
do il consensonon do il consenso